giovedì, settembre 27, 2007

I sette libri

Come intermezzo propongo questo meme che mi ha passato pati. Consiste nel presentare i sette libri preferiti. Io l'ho un po' trasformato presentando sette libri importanti.

Il capitano Nemo e l'isola misteriosa: il primo libro che ho letto.

Il nome della rosa: il libro che mi ha acceso la passione per la lettura.

Il pendolo di Foucault: ha innescato la riflessione che ha sradicato la mia fede religiosa.

Gödel, Escher, Bach: ha accompagnato gli anni romani e i primi anni di emigrazione.
“Una fuga metaforica su menti e macchine nello spirito di Lewis Carroll”
È un inno, un godimento dell’intelletto che si dipana in un labirinto di percorsi artistico-scientifici apparentemente distanti, ma che conducono tutti a concezioni molto simili.

Il più grande uomo scimmia del Pleistocene: il libro dell'amore.

La scala di Dioniso: ha accompagnato diverse notti in ospedale.

Romanzo Criminale.

8 commenti:

ubik ha detto...

Comprai Gödel, Escher, Bach su tuo consiglio, mi affascina molto però ancora devo iniziare a leggerlo. Saranno passati a occhio e croce un 15 anni!
Romanzo Criminale vidi solo il film che mi piacque notevolmente e il libro penso di acquistarlo presto.
Gli altri non li conosco a curioserò.
Per quanto riguarda U. Eco devo dire che non ho molta simpatia anche se da giovane cinofilo registrai e vidi e rividi il film "il nome della rosa" almeno 10 volte. Mi faceva impazzire Sean Connery e quell'epoca terribile tra dolciniani e Inquisizione. Più tardi mi divertii a cercare i famosi errori storici del film:
http://www.bloopers.it/film/testo.php?id_film=1446&Lettera=N

Oddio come si esce da questo uso del passato: sono contaminato!!!

dioniso ha detto...

ubik,
dai, che continuando così quando avrai finito Gödel, Escher, Bach avremo tutto il tempo per commentarlo ;-)
Sia per Romanzo Criminale che per il nome della rosa ti do la risposta scontatissima che i libri sono molto più interessanti dei rispettivi film e questo è particolarmente vero per il nome della rosa.
A proposito, ma guardando sul sito che citi ne abbiamo trovato solo uno di errore storico.

dioniso ha detto...

...dimenticavo: può raccoglierlo chiunque ne abbia voglia

Anonimo ha detto...

dionisino, questo post mi piace molto. io ho apprezzato romanzo criminale e il nome della rosa. Il mio primo libro e' stato Davide Copperfield: certi pianti...
ovviamente metteri anche una biografia dei remmini :)
bacioni

Sebastiano ha detto...

Il mio primo libro, per quello che ricordo: "Senza Famiglia". Non mi sono più ripreso da quell'esperienza.

dioniso ha detto...

anonimo, e un'autobiografia di Remo Remotti come la vedresti?

Sebastiano :-)

pati ha detto...

lo sò, sono in ritardo ma premetto che ero in vacanze e che sono tornata solamente sabato sera!

lo sai che aprezzo moltisimo questa tua risposta al mio meme; ero veramente incuriosita delle tue preferenze... grazie!

Un saluto!

dioniso ha detto...

Ciao Pati, bentornata, come sono state le vacanze? Dove sei stata?
Ieri ho fatto grandi acquisti di libri alla fiera del libro di Francoforte.
Tra gli altri anche "El Capitan Alatriste" di Arturo Perez-Reverte, lo conosci?