sabato, giugno 20, 2009

Oslo 1: prima lezione: sui taxi

Domenica 31 maggio

Atterriamo all'aeroporto Gardermoen di Oslo verso mezzanotte. Nel cielo c'è ancora un po' di luce.
Come prima cosa cerchiamo dell'acqua per la notte. Notiamo un "duty free" con molte bottiglie esposte. È preso d'assalto dai Norvegesi. Ci chiediamo il perché.
Entriamo: non vendono acqua, ma solo alcolici e superalcolici. Capiamo così il motivo della folla: i superalcolici sono estremamente cari in Norvegia a causa delle tasse.

Dopo esserci procurata l'acqua usciamo dall'aeroporto. Zucchero nota un autobus:
- Forse potremmo informarci se va verso il centro
- Ma vuoi andare in autobus con queste valigie pesanti!? Manco per sogno!! Andiamo in taxi è molto più comodo.

Saliamo quindi in taxi. Dopo qualche minuto mi cade l'occhio sul tassametro e mi faccio una conversione mentale corone-euro: segna una cifra pazzesca e corre ad un ritmo folle.
Chiedo al tassista se ci sia ancora molta strada da fare. Risponde che il centro di Oslo dista 55 Km dall'aeroporto. Faccio di nuovo lavorare il calcolatore cerebrale e formulo la stima: la corsa ci costerà tra i 200 e i 250 euro. La stima si rivelerà abbastanza corretta: 1936 corone, cioè circa 220€.

6 commenti:

Sebastiano ha detto...

Beh, certo, di un tassista con la felpa "Italia" non c'è da fidarsi!!

dioniso ha detto...

Ciao Sebastiano,
quella foto non è delle nostre. L'ho trovata in rete.

ziomassimo ha detto...

Credo che ora avrai finalmente imparato la lezione:
bisogna sempre dar retta alle donne, specialmente alle proprie mogli!
;-)

dioniso ha detto...

Lezione da non dimenticare ;-)

gianlu ha detto...

Spero gli avrai almeno lasciato una lauta mancia....
;-)

dioniso ha detto...

Ciao gianlu!
E certo! Che fai!? Almeno un 20% non glielo lasci!? ;-)