martedì, agosto 09, 2011

La la pizza è nata negli USA: confutazione della vulgata americana

Non tutti ne saranno al corrente, ma ci sono degli americani convinti che la pizza sia una loro invenzione. Io ne ho conosciuti.

Occorrenze di "pizza" e "spaghetti" nei libri inglesi digitalizzati da Google dal 1800 al 2008
Tedesco
Francese
Spagnolo

Purtroppo l'italiano non c'è tra le lingue di Books Ngram Viewer, ma il mio dizionario etimologico riporta che la prima occorrenza scritta della parola "pizza" risale al X secolo e si trova in un testo in latino medievale di Gaeta. Circa mezzo millennio prima del viaggio di Colombo.

17 commenti:

Filippo Filippini ha detto...

Ma è perché la pizza è una nota invenzione dei Cheyenne...

Juhan ha detto...

secondo le mie fonti invece è un prodotto "Made in Broccolino". Peccato non aver l'occasione per andare a recuperarle; sempre che riesca ancora a trovarle.
No, sul web non ci sono.

Brunhilde ha detto...

Certo, gli farebbe piacere, così bilancerebbero altre orribili invenzioni come il burro d'arachidi o i monster burgers..

Titti ha detto...

Eh no, la pizza è tricolore, non a stelle e strisce!
@Brunhilde: concordo sui burger (sono vegana) ma il peanut butter è da urlo! Al mattino ne metto dosi massicce sul pane e pure nell'insalata mista, con un po' di limone e shoju è un must!! Non volermene....

dioniso ha detto...

Ciao Filippo, benvenuto!
Dici quindi roba più vecchia del X secolo eh!?

Juhan, sì quella era la vulgata più raffinata: l'hanno creata gli italoamericani negli USA.

Brunhilde,
vista la pizza come la intendono loro non classificherei molto più in alto rispetto ai big burgers :-)

Titti, devo ammetere che il burro di arachidi tenta molto anche a me. Quando sono lì al lavoro è disponibile in cucina e ogni tanto una strisciatella me la faccio..

Titti ha detto...

Ottima striscia....

dioniso ha detto...

:-)

fabio r. ha detto...

http://www.etimo.it/?term=pizza&find=Cerca

guarda lì!

dioniso ha detto...

Ciao Fabio, ma lo sai che il mio dizionario etimologico dice che tra le varie ipotesi etimologiche c'è anche quella che ritiene che : "la parola sia l'equivalente nel germanico d'Italia (Gotico o Longobardo)" dell'antico alto-tedesco bizzo (cfr. il ted. mod. Bissen) documentato nelle accezioni di <>, <>, <>, <>, <>: gradi cristallizzati di un comune processo di traslato metonimoco o di sineddoche a catena."

Insomma, mo' va a fini' che la pizza è crucca ;-)

dioniso ha detto...

Scusa le parole tra virgolette sono invisibili. Riscrivo: documentato nelle accezioni di 'morso', 'boccone', 'pezzo', 'pezzo di pane', 'focaccia': gradi cristallizzati di un comune processo di traslato metonimoco o di sineddoche a catena."

Titti ha detto...

Ti ho aggiunto nel mio blogroll!

dioniso ha detto...

Grazie Titti! Ti ho aggiunta anc'io.

Titti ha detto...

Dankeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!

dioniso ha detto...

Keine Ursache!

Moky ha detto...

La mia posizione e' che la pizza sia ovviamente nata in Italia, ma data la enorme differenza tra la pizza nostrana e quella americana, possiamo anche dire, senza offenderci, che la pizza americana sia nata in America.

Per quanto riguarda il penaut butter, e' stata una "invenzione" del Dr. Kellogg che cercava una fonte di proteine per i vecchierelli senza denti... ora poi ci sono il burro di nocciole, quello di semi di girasole, ed altre "nuts", buonissimi e la salvezza in una casa con 4 figli!
Provare per credere, Dioniso!! Tipicamente qui si mangia sul pane con un po' di marmellata.. e visto che tu ora hai quella di more, spero tu possa provare la combinazione!! :)

dioniso ha detto...

Mhh, capisco quello che intendi, ma con una logica del genere potremmo dire che la mozzarella tedesca è nata in Germania, la feta belga in Belgio, l'aceto balsamico olandese in Olanda, ecc.

Burro d'arachidi e marmellata. Non dev'essere male. Magari lo provo la settimana prossima negli USA.
Ma dolce e salato non contrastano troppo?

Moky ha detto...

si', e' vero, anche se la pizza americana e' DAVVERA un'altra cosa...
Peanut butter & jelly sandwich (PB&J) e' buonissimo... meglio molto meglio del "pane burro e marmellata" italiani, secondo me. Preparati tu il tuo burro di noccioline
Non e' necessario aggiungere niente a parte le arachidi (infatti in molti supermarket qui ci si puo preparare il proprio p.b. invece di comprarlo gia' preparato, devi pero' metterlo in frigo) Dai che ti americanizzo un po'!! :D