martedì, marzo 06, 2007

Der Vorleser (A voce alta)


Ho letto "der Vorleser" di Bernhard Schlink. Mi è piaciuto molto e ne consiglio la lettura. A chi avesse intenzione di leggerlo consiglio di astenersi dalla lettura di recensioni e quindi anche di alcuni dei collegamenti che propongo in questa pagina: credo che in questo modo lo si possa gustare meglio. Mi asterrò quindi anch'io dal dare indicazioni sulla storia che possano compromettere il piacere della lettura.
Der Vorleser non è il primo libro in tedesco che leggo. Sicuramente però è il primo che riesco a godermi senza dover ricorrere troppo spesso al vocabolario. Ne consiglierei quindi la lettura in lingua originale anche a chi come me non ha una grande padronanza del tedesco.
Ho trovato la storia di per se appassionante, ma molto interessante è anche la sua cornice storica che dà una visione del dibattito e dei sentimenti della società tedesca di qualche decennio fa che si ripercuotono ancora sulla Germania di oggi.
Non sapevo che il libro fosse ambientato nella città in cui vivo. Questo ha reso la lettura ancora più coinvolgente. In realtà il nome della città non viene mai citato ma lo si intuisce facilmente.
In Italia è stato tradotto con il titolo: A voce alta.
Un fatto, molto marginale nel libro, che però mi ha incuriosito è che per qualche pagina vengono citati alcuni autori ed opere delle letteratura tedesca e si parla di Emilia Galotti: pensavo si trattasse di una scrittrice tedesca di chiare origini italiane, invece è il titolo di un dramma borghese di Lessing.

21 commenti:

cleo ha detto...

ciao!
der Vorleser è stato il primo
libro che ho letto interamente in
tedesco, senza vocabolario. Anche a me è piaciuto molto, soprattutto per l'argomento, ma non voglio rovinare la sorpresa agli altri lettori...
a presto,

melusina76 ha detto...

Mmmh... quindi potrei provare a leggerlo anche io! Quasi quasi...

dioniso ha detto...

cleo, sì è veramente bello.

melusina76, sì, leggilo, ti darà soddisfazione. La cosa divertente è che ieri mi sono messo a leggere la voce di Wikipedia.de relativa a Der Vorleser e non ho capito una cippa ;-) Il libro si legge mooolto più facilmente.

Sebastiano ha detto...

Qui a Torino mi sa che sarà più facile trovare la versione italiana... Però mi hai incuriosito e andrò a cercarlo. Grazie della dritta, Rogge!

dioniso ha detto...

Prego, prego. Leggilo, leggilo. In italiano o in tedesco penso sia sempre bello.

ubik ha detto...

ed. Garzanti, edizione tascabile. :-)

dioniso ha detto...

L'hai comprato? Mi farebbe piacere discuterne. Se lo leggi fammi sapere.

ubik ha detto...

no. ieri l'ho cercato sul web perche' mi avevi incuriosito. Lo comprero' presto; devi prima finire "Io sono Cherlotte Simmons" di Tom Wolfe: e' per il nostro piccolo gruppo di lettura, siamo in 4/6 persone che a cena parliamo del libro che abbiamo letto e scegliamo il prossimo. Una scusa in piu' per una buona cena, un buon libro, una buona chiaccherata...

ubik ha detto...

no. ieri l'ho cercato sul web perche' mi avevi incuriosito. Lo comprero' presto; devo prima finire "Io sono Charlotte Simmons" di Tom Wolfe: e' per il nostro piccolo gruppo di lettura, siamo in 4/6 persone che a cena parliamo del libro che abbiamo letto e scegliamo il prossimo. Una scusa in piu' per una buona cena, un buon libro, una buona chiaccherata...

dioniso ha detto...

Bene, allora come prossimo proponi "A voce alta"

Anonimo ha detto...

il libro e troppo bello. all'inizio mi ha spaventato un po perche mi e stato consigliato dalla mia prof di tedesco e dopo un paio di pagine mi era venuto un dubbio pero e molto molto bello. per chi vuole leggere un'altro libro in tedesco che pero e un po piu dificile per chi non ha una padronanza del tedesco molto buona( pero molto fattibile) e Sansibar oder der letzte Grund di Alfred Andersch. molto bello. l'ho letto due volte questo libro perche dopo la prima volta che l'ho letto purtroppo in un arco lungo di tempo mi e sembrato di non aver olto il senso del libro, e la seconda volta ha fatto un altro effeto su di me. penso che l'ho leggero anche una terza volta e pensate che sono una persona che detesta leggere pero certi libri mi apassionano tropo

dioniso ha detto...

Salve anonimo, benvenuto/a nel mio blog.
Grazie per i consigli. Ne terrò conto nei prossimi acquisti.

Saluti

Anonimo ha detto...

Ho letto questo romanzo per compito e devo dire che quando mi è stato assegnato sono rimasta un pò perplessa...ho voluto leggerlo anche in italiano ma assicuro ke non rende tanto quanto in tedesco...lo consiglio vivamente, è un romanzo ke merita davvero!!!

dioniso ha detto...

Ciao anonimo, benvenuta nel mio blog.
Penso che a breve rileggerò parti di questo libro con la mia insegnante.

Saluti

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

dioniso ha detto...

Ciao Anonimo,

se hai letto l'intero blog e ti è piaciuto perché non esci dall'anonimato rivelando il tuo nome?

Mi fa piacere che il blog ti sia piaciuto.

Saluti

melissa ha detto...

sapete per caso se la storia della Schmitz è vera?? ossia è esistita per davvero?

melissa ha detto...

sapete per caso se la storia della Schmitz è vera?? ossia è esistita per davvero?

dioniso ha detto...

Ciao Melissa, no, non lo so con certezza. Credo che nel romanzo ci siano diversi elementi autobiografici mescolati alle invenzioni romazesche.