lunedì, settembre 15, 2008

Crimea (Крим) 3: sistemazione e cena prematrimoniale

Il nostro amico/vicino di casa e futuro sposo Maxym viene a prenderci all'aeroporto di Simferopoli con un piccolo autobus. Dobbiamo raggiungere Eupatòria o Yevpatòria (Евпатория) che dista 75 Km.
Durante quell'ora di viaggio abbiamo il primo incontro con lo stile di guida crimeo di cui riparlerò.

Giunti a Yevpatoria raggiungiamo l'ostello Sherlok (ШЭPЛOK) dove risiederanno i nostri giovani compagni di viaggio e che rimarrà il punto di riferimento della compagnia.

I nostri amici/vicini di casa/futuri sposi, oltre ad averci prenotato le stanze, ci hanno anche organizzato molti altri eventi. Il primo è questa cena prematrimoniale.
Ci portano delle insalate come antipasto e come piatto principale una fettina panata fritta nello strutto ed affogata nel formaggio fuso (apporto calorico vicino alle 4000 Kcal) con delle patate.
Capito vicino a Oli e Ingrid: una coppia di signori tedeschi di età probabilmente vicina ai 70. Penso che una coppia di settantenni italiani come Oli e Ingrid sia molto improbabile. Almeno io non ne conosco.
Oli e Ingrid frequentano la Crimea dai primi anni '90 quando vennero come rappresentati di un'associazione di amicizia crimeo-tedesca. Da allora vengono ogni estate e da quando sono andati in pensione passano diversi mesi nella penisola. Recentemente hanno comprato un appartamento per 4000 € e lo stanno arredando. Oli e Ingrid non erano in aereo con noi. Sono arrivati dalla Germania in automobile percorrendo più di 2700km ed attraversando Austria, Ungheria, Romania, Moldavia e Crimea.
Oli parla qualche parola di russo, è molto estroverso e teatrale e somiglia a quello che nel mio immaginario definirei un vecchio lupo di mare.
Anche Ingrid conosce qualche parola di russo (qualcuna in meno rispetto a Oli). Anch'essa è estroversa, ma è meno teatrale del marito.
Ci raccontano che conobbero la divenenda sposa nel 1998, quando la nostra amica/vicina aveva 17 anni. Ella lavorò come interprete del loro gruppo. L'anno successivo la diciottenne si trasferì in Germania.

La divenenda sposa ha addirittura pensato a procurarsi una somma sufficiente di denaro liquido (гривня - grivnia) per facilitarci le operazioni di cambio.

Dopo cena passeggiamo per il lungo mare. Tra le decine di chioschetti ed altre attrazioni, ci sono anche dei tipi con dei pavoni

e un'aquila. Penso che si facciano pagare da chi vuole una foto con i volatili.

6 commenti:

gianlu ha detto...

Posta un commento maschilista:
Carina la divenuta sposa!

ziomassimo ha detto...

...e perchè sarebbe un commento maschilista???

gianlu ha detto...

beh è in genere un po' discriminaorio giudicare una persona per il solo aspetto fisico. Se si tratta di una donna, secondo me ci può stare che si sconfini nel maschilismo.
Poi magari questa non è la definizione precisa, del termine ma è quello che volevo dire.

dioniso ha detto...

gianlu , adesso per essere politicamente corretto dovresti formulare un apprezzamento analogo sul divenendo sposo ;-)

gianlu ha detto...

Primo, ancora non l'ho visto.
Secondo, come divenendo...che c'è la sorpresa?
Miiii come sono polemiiiico!

dioniso ha detto...

L'hai visto, l'hai visto! È quello con la maglietta marrone nella seconda foto.

Divenendo nel significato di colui che sta per divenire. Sul calco di laureando: colui che sta per laurearsi. ;-)