giovedì, dicembre 09, 2010

Presentazione mondiale (asiatico-americana)

Ieri mi sono finalmente tolto il grande pensiero. Dopo il piccolo pensiero dell'altra presentazione. Quella di intrattenimento sulla mia cultura e le mie tre "hometowns" di martedì.
Lunedì avevo provato la presentazione mondiale nel "teatro" di fronte al collega europeo e alla super segretaria americana organizzatrice dell'evento. Più tardi si è unita pure la mia capa. Pensavo che oramai la versione fosse abbastanza definitiva. Ho chiesto ai colleghi di interrompermi quando volevo. Ma poi mi sono pentito. Mi interrompevano un po' troppo spesso. Con la segretaria che mi faceva notare anche un paio di cose secondo lei poco opportune in quel contesto. Dopo due ore di prova ero depresso.
Nei giorni successivi ho dovuto lavorare un po' per sistemare la presentazione. Alla fine la maggior parte dei commenti si sono rivelati utili.
Tra il pubblico c'erano prevalentemente persone del mio dipartimento. Tra cui anche la capa suprema. Come previsto in collegamento non c'era nessun europeo, visto che in Europa erano le 21, c'erano però degli asiatici e diversi americani.
Ero abbastanza tranquillo. Sono riuscito a mantenere lo stress entro i limiti produttivi. Ho riascoltato della registrazione mi ha soddisfatto. Devo solo cercare di migliorare l'abbassamento del tono di voce alla fine delle frasi. Penso di aver gestito abbastanza bene anche le domande e il momento in cui per sbaglio ho chiuso il collegamento al pubblico remoto. Il collega europeo mi ha detto che apparivo molto sicuro.
Una cosa che penso non riuscirò mai a fare è dare un tocco ludico alle mie presentazioni.
Ieri sera quindi ho deciso di premiarmi con una cena solitaria a base di filet mignon di Black Angus (lettori vegetariani: scusatemi!), ottimo Merlot californiano e letture sul mio nuovo acquisto: l'iPadio (iPad nel nostro lessico famigliare).
Ora mi rimane solo il corso di "crucial conversation", l'incontro con gli sviluppatori e la valutazione con la mia capa. Penso che questo sia stato il mio viaggio di lavoro più denso di impegni.

25 commenti:

juhan ha detto...

Congratulazioni!
E adesso al lavoro sulla prossima ;-)

dioniso ha detto...

Grazie Juhan! :-)
Quello è proprio uno dei problemi. Ste presentazioni mi capita di farle meno di una volta l'anno. Quindi è pure difficile lavorare sul miglioramento dei propri punti deboli.
Immagino che una presentazione simile dovrò ripeterla verso la fine del 2011 per un pubblico un po' più aggressivo.

Ora mi rimane solo il corso di "crucial conversation", l'incontro con gli sviluppatori e la valutazione con la mia capa.

gianlu ha detto...

mi dispiace di aver letto solo ora.
Anche io ho sperimentato questa cosa dall'inizio di quest'anno.
Credo che sia importante concentrarsi sui dettagli e sull'audience.
Mi capita di fare queste presentazioni a persone completamente agnostiche dell'argomento e allora mi domando: ma perchè dovrebbero stare a sentirmi? Cosa dovrebero portarsi a casa da questa presentazione? Quanto ha senso rispetto all'odience scendere in particolari?

E poi hai ragione, le cose vanno meglio sono quelle che provocano emozioni positive o negative che siano, quindi una sana battuta non è male ogni tanto.

Io in genere sono abbastanza teso e mi capita di farne di involontarie. L'effetto è in genere abbastanza simpatico perchè quell'aria di chi ha fatto una battuta quando non voleva farla è veramente esilarante.

Comunque l'arte di intrattenere durante una presentazione si può studiare....
;-)
A presto
G

gianlu ha detto...

ad esempio...ma quanto odio quelli che devono per forza utilizzare dei termini stranieri e lo fanno a sproposito?

Quelli che scrivono odience invece che audience per esempio...

Moky ha detto...

Ebbravo! Parlo della presentazione, ovviamente..

Per la black angus, ti ricordo caramente che rimarra' nel tuo intestino a putrefare per circa una settimana, rilasciando nel suo tragitto verso l'ultima meta (ahem!) sostanze chimiche carcerogeniche. Yummy!! :)

dioniso ha detto...

Ciao gianlu! mi fa piacere risentirti.
Sì, anche io, durante la presentazione sulla mia cultura europea mi domandavo: ma perché dovrebbero interessargli fatti relativi alla mia vita privata? In realtà poi mi hanno fatto i complimenti. Quanto fossero sinceri non lo posso saperlo....
Sì, la battuta va bene se ti viene spontanea, ma se è forzata rischi di fare la figura dell'imbecille. Quella involontaria è capitata pure a me una volta. Io ero serio e loro si sbellicavano. A quel punto ho continuato come se fosse stata intenzionale.

Quindi la stai studiando, l'arte di intrattenere?.... il pubblico ;-)

Moky, quando ho scritto quel commento pensavo a te.
Lo so, lo so, ma semel in anno licet insanire.
Grazie per la sottile metafora :-)

Moky ha detto...

Quando ti dico che ho classe...

Sebastiano ha detto...

Bravo Rogge!! Quando rientri in Europa? Noi siamo tornati dal giro tedesco; tutto bene, il tempo è stato tutto sommato accettabile, anche se non ci siamo fatti mancare nulla (pioggia, neve, gelo).

Mi piacerebbe vedere o sentire almeno parte della tua presentazione. Sarà possibile?
Ciao!

gianlu ha detto...

io purtoppo ora sono passato ad altro....
Ma la rete è piena di spunti che devono poi come al solito essere approfonditi...
;-)

dioniso ha detto...

Moky, :-))

Sebastiano, ero appena riuscito ad abituarmi al fuso orario e stasera riparto. Fortunatamente per il ritorno non mi spediranno a Dallas, ma farò scalo a Londra.
Se hai proprio tutto questo desiderio di sentirla :-) te la potrei far sentire attraverso Skype.

Gianlu, non presenti più quindi?

paopasc ha detto...

vai Dioniso sei un grande, un interplanetario, una cima... No davvero, sono contento!
Ora non resta che darti alla politica.

dioniso ha detto...

:-)
che dici punto direttamente alla presidenza?
Sono in partenza. Ciao America!!
Spero di arrivare a casa entro le 16.

dioniso ha detto...

E' stato uno dei viaggi piu' impegativi ma anche molto produttivo e soddisfaciente. Sia dal punto di vista professionale che umano.

paopasc ha detto...

Chiaro: punta al massimo poi, magari, se ti danno anche un sotto-segretariato..butta via!

Knulp ha detto...

Arrivo buon ultimo a farti le mie congratulazioni! Ad maiora!

dioniso ha detto...

Grazie Knulp!
Alla fine sono arrivato alle 18:30: 45 minuti di ritardo nell' imbarco piu' due ore di attesa dentro l'aereo pacheggiato.

dioniso ha detto...

.... Ed ho pure trovato la pioggia

fabio r. ha detto...

complimenti per tutto allora! stacco la spina un po' di giorni e tu che fai? mi viaggi come Philias Fogg?
bravo!

dioniso ha detto...

Ciao fabio r.! Grazie!
E ho pure comprato un iPadio (iPad nel nostro lessico famigliare;-)

Sebastiano ha detto...

Ciao, bentornato! Allora mi/ci farai sapere le tue impressioni sulla iTavoletta!

dioniso ha detto...

Ciao Sebastiano, grazie! La iTavoletta alias ipadio per ora mi sta entusiasmando. Magari se ci riesco provo a scrivere le ragioni. Comunque la mia convinzione che gli elibri rimpiazzeranno presto quelli cartacei si fa sempre piu' forte.

Sebastiano ha detto...

Brr... speriamo di no!! Comunque i libri cartacei continuano ad avere il vantaggio di non aver bisogno di batterie!

ziomassimo ha detto...

sì, ma quelli non cartacei non pesano durante i traslochi!
;-)
ciao dioniso e bentornato in Europa

ziomassimo ha detto...

sì, ma quelli non cartacei non pesano durante i traslochi!
;-)
ciao dioniso e bentornato in Europa

dioniso ha detto...

GraZie ziomassimo! Ora sono in Italia in anticipo sui tempi programmati.
Esatto! Sto scrivendo una lista di vantaggi e svantaggi. Dovro aggiungere alla lista lo svantaggio di sebastiano.