sabato, luglio 17, 2010

Sopravviveremo alla discesa nel Maelstrom di Edgar Allan Poe? (Norvegia 16: Bodø)

7 giugno 2009


Alle 12:30 sbarchiamo a Bodø. Abbiamo prenotato il "Safari marino" che ci dovrebbe condurre nel mezzo della Saltstraumen, la corrente mareale generatrice di gorghi più potente del mondo, più forte addirittura della celebre Maelstrøm di poeiana memoria: l'immenso gorgo che trascina all'interno ogni cosa. Una sorta di buco nero marino! (E chi non conosce Una discesa nel Maelström di Edgar Allan Poe!?).
Riusciranno i nostri prodi a sopravvivere alle insidie dei terrificanti gorghi che generose travolsero alme d'eroi?

Sprezzanti del pericolo,







indossano gli scafandri,







e si avviano.







La prima tappa è prevista presso un affioramento di resti dell'orogenesi caledoniana (Caledonian fold belt). Le forme, le superfici e le stratificazioni, plasmate in queste rocce dalle collisioni paleocontinentali di circa 450 milioni di anni fa, sono strabilianti.

Ci gettiamo infine in pasto agli spietati gorghi. Dopo titaniche battaglie contro i marosi riusciamo a riemergere indenni. Il colossale scontro segna tuttavia irreversibilmente i nostri volti che mostrano ai reciproci sguardi gli impietosi segni di un invecchiamento decennale: Edgardo aveva proprio ragione!

La nostra audacia verrà infine premiata dall'avvistamento fotograficamente immortalato di una semi-invisibile aquila di mare.

Alle 15 ci reimbarchiamo sulla Midnatsol alla volta delle Lofoten.

Altre foto ....

Giornate precedenti ....

2 commenti:

Moky ha detto...

Io ricordo il Maelstrom descritto da Verne... e non capisco come funzioni questa "visita"... siete davvero finiti dentro un gorgo??

E pensare che c'e' chi va in vacanza al Club Med...

dioniso ha detto...

Cero che ci siamo finiti. Solo che Verne e Poe, da buoni romanzieri, avevano un pochino esagerato. I gorghi riuscivano a provocare a malapena un po' di moto rotatorio del nostro motoscafo.