mercoledì, ottobre 27, 2010

Zuppa di ceci, farro e porcini

La scorsa fine settimana mi ha visto impegnato nell'ideazione e nella sperimentazione di questa ricetta. Il risultato non è stato affatto male. Inoltre il piatto è molto adatto per questo periodo. Sia per gli ingredienti che per il calore interiore che esso effonde.

Ingredienti (per 4 porzioni):
1 litro di brodo di verdure, 100 g di ceci, 150 g di farro, 150 g di porcini, salvia, rosmarino, timo, uno spicchio d'aglio, olio extravergine d`oliva, parmigiano, sale e pepe

Preparazione:
Lasciate i ceci in ammollo per 12 ore circa. Cuoceteli per 45 minuti nella pentola a pressione. Scolateli e metteteli da parte. Lasciate il farro in ammollo per un paio d'ore. (Nota del 2015: provare a cuocere il farro in acqua e solo gli ultimi 5 minuti nel brodo) Quindi scolatelo e versatelo nel brodo in ebollizione. Nel contempo soffriggete a fuoco bassissimo in 1-2 cucchiai d'olio mezzo spicchio d'aglio con la salvia, il rosmarino e il timo. Dopo 3-4 minuti aggiungete i ceci. Alzate leggermente la fiamma e lasciateli soffriggere per altri 3-4 minuti. Versateli quindi nella pentola con il farro e il brodo in ebollizione. Complessivamente il farro dovrà cuocere per 30 minuti circa (a meno di indicazioni diverse). Soffriggete a fuoco bassissimo in 1-2 cucchiai d'olio il resto dell'aglio. Dopo un paio di minuti alzate leggermente la fiamma, aggiungete i porcini e lasciateli cuocere per 5-6 minuti. Versateli quindi nella pentola con il farro e i ceci.
Servite la zuppa con una cucchiaiata di parmigiano e del pepe macinato fresco.

6 commenti:

Moky ha detto...

Come mi piacciono i ceci (qui chiamati chick peas o garbanzo beans)!!!
Parmigiano a parte, ora che comincia ad arrivare il freddo, mi sa proprio che la faro' questa zuppa!! Grazie!

dioniso ha detto...

Bene! Fami sapere!
I ceci piacciono molto anche a me.
Io ho usato i porcini freschi, ma la prossima volta la proverò con quelli secchi. Anche perché oramai i porcini freschi sono fuori stagione.
In questo momento sto prenotando il mio albergo per la notte che trascorrerò a Dallas il 4 dicembre. Voi siete lì vicino?

Moky ha detto...

... siamo a probabilmente 1500km o giu di li'... ma Dallas e' molto interessante! Il wild west modernizzato...

La prossima volta, vieni piu' verso l'ovest del New Mexico... :)

p.s.: se non trovo i porcini secchi (che probabilmente sono comunque troppo costosi) provero' con i shitake, che i giapponesi usano tanto e che trovo nei negozietti asiatici in citta' per cifre ragionevolissime... continua il muo imbastardimento della cucina italiana!!

dioniso ha detto...

Ah, ma quindi non state nel Texas, state nel Nuovo Messico? Mi sento come quegli americani che confondono Austria e Australia, Regno Unito e Emirati Arabi Uniti :-)

Ma sì, dai! Fatto da un'italiana non è imbastardimento, è contaminazione!

Moky ha detto...

ha! Siamo in Arizona, ma nella punta sud est, a un paio d'ore dal new mexico (a mezz'ora dal messico...)
Allora, visto che abbiamo fatto la traversata west=east=west coast un paio di volte, ecco la sequenza degli stati del sud US:
partendo dalla florida e muovendoti ovest, incontri l'Alabama, la louisiana, il Texas, il new mexico, l'arizona e la california.


Tanto per ricordarti le dimensioni, noi ci abbiamo messo circa 12 ore in macchina per attraversare il texas!!

dioniso ha detto...

Dodici ore di guida (eliminando i tempi di sosta) è quello che più o meno impieghiamo per rimpatriare.
Della geografia interna statunitense ho un'idea abbastanza vaga.
Stasera abbiamo mangiato una pasta con crema di broccoli siciliani. La facciamo in due versioni con alici e con salmone affumicato. Ma eliminando questo ingrediente sarebbe una ricetta perfettamente vegana (credo). Allora, vediamo se supero l'esame. Gli altri ingredienti sono: cipolla, aglio, pinoli e peperoncino. Magari una delle prossime volte pubblico la ricetta.