domenica, gennaio 11, 2009

Concerto AufTakt

Questa è la foto di Probenwochenende (fine settimana di prove) estivo con la "Auftakt Orchester": l'orchestra in cui suono.
Anche questa fine di settimana ci ha visti impegnati in un Probenwochenende al solito Jugendherberge di Zwingenberg, ma purtroppo non abbiamo potuto scattare alcuna foto di gruppo. I 10 gradi sottozero e la neve gelata sotto i piedi (nonostante le suolette con pellicciotto acquistate recentemente) avrebbero reso l'attività poco piacevole.... ma magari divertente...

Ci saranno altre due prove, poi la prova generale e poi, Venerdì 23 gennaio, il primo concerto.
Per diverse vicissitudini non sono riuscito ad essere presente alle sole due prove effettuate con il violoncello solista. L'ulima opportunità che avrò sarà la prova generale del mercoledì. Speriamo bene....

Come dicevo quindi, venerdì, 23 gennaio alle 20:00 a Laudenbach (Bergstraße) e sabato 24 gennaio alle 19.30 ad Heidelberg (Lutherkirche) si terranno i due concerti della "Auftakt Orchester".

Il programma sarà:

1. Antonín Dvořák: Concerto per Violoncello in Si minore Op. 104, B. 191 (1895).

Pare che Dvořák volle scrivere questo concerto dopo aver assistito all'esecuzione di un concerto per violoncello del compositore irlandese Victor Herbert. Risultò così ammirato dalle possibilità che la combinazione di violoncello e orchestra offriva che volle cimentarsi pure lui in tale esercizio. Da allora il concerto è considerato uno dei migliori del suo genere e oggi viene eseguito molto spesso.

Qui c'è l'interpretazione di Rostropovič:

Prima parte


Seconda parte


2. Pëtr Il'ič Čajkovskij (Пётр Ильи'ч Чайко'вский): Sinfonia n. 2 in Do minore, Op. 17 (1872).

La Seconda sinfonia, anche nota come "Piccola Russia", usa tre temi tratti dal folklore ucraino.
Nella parte iniziale del primo movimento un corno solista suona una variante ucraina del tema "Lungo la Madre Volga".
Nella parte centrale del secondo movimento il compositore cita il tema popolare "Fila, o mia filatrice".
Il quarto movimento, qui sotto interpretato da Georges Enescu con la Philharmonic di Bucarest, cita il tema popolare de "La gru" sviluppandolo in una serie di variazioni sempre più complesse.



3. Johan Christian Julius Sibelius: Finlandia, Op. 26 n.7 (1899-1900).

Questo poema sinfonico fu scritto per festeggiare l'indipendenza del Granducato di Finlandia dalla Russia, nel 1899.
Si compone di un unico movimento suddiviso in diverse sezioni. Verso la fine compare una melodia lenta in seguito divenuta molto famosa e ribattezzata Finlandia-hymni.
Più tardi Sibelius rielaborò il "Finlandia-hymni" rendendolo un pezzo indipendente per il quale nel 1941 lo scrittore Veikko Antero Koskenniemi scrisse dei versi.
Nel 2001 venne presentata al parlamento finlandese una mozione per trasformarlo in inno nazionale, ma la richiesta fu respinta.

Se vi troverete a passare da queste parti siete invitati.

2 commenti:

Gelato al limon ha detto...

che bella cosa

dioniso ha detto...

Grazie Gelato al limon!

Saluti