lunedì, gennaio 12, 2009

Neckar ghiacciato

Sabato sera Zucchero mi ha detto che passando con il tram sul ponte le era sembrato di vedere del ghiaccio sul Neckar.
Domani andiamo a controllare!
Le ho risposto eccitato.
Proprio il giorno prima mio padre, sentendomi raccontare delle bassissime temperature, mi aveva chiesto: ma il fiume si è ghiacciato?!

Io avevo risposto: noooo!! Le temperature dovrebbero essere più basse e sarebbe necessario più tempo....!!

In realtà è stato necessario più tempo: un giorno!

Domenica pomeriggio siamo andati sul Neckarwiese con degli amici e siamo stati testimoni dell'evento eccezionale: il fiume era effettivamente ghiacciato.
In molti tratti la superficie ghiacciata si estendeva da sponda a sponda.
Pare che l'evento non si verificasse da 46 anni: inverno 1962/63.
Secondo i testimoni del lontano evento, allora si videro persino delle automobili attraversare il fiume.

Lo spessore stavolta invece non è sufficiente per sostenere una persona. Sul fiume non si poteva quindi neppure pattinare, ma i bambini si accontentavano di farlo sul prato ghiacciato.

Le anatre invece riuscivano a pattinare!

Il traffico navale è stato bloccato. Anche la Mosella è ghiacciata e anche tratti del Reno, che è un fiume più caldo.









10 commenti:

fabio r. ha detto...

urca! che bello! fa tanto Romantik e Hölderlin... che invidia!!

Eugenio Marino ha detto...

Nooo, non sono proprio posti per me. Ma come si fa a vivere in questo freddo?
Io vengo dalla Magna Grecia, ho bisogno di calore.

dioniso ha detto...

Ciao Fabio!
:-)
Ora va sciogliendosi.
Le temperature stanno lentamente risalendo verso lo zero.
Ieri mattina sono tornato ed il ghiaccio era aumentato.
Ho assistito ad una scena unica: due cigni volavano rasofiume, hanno planato sulla superficie ghiacciata scivolando per diversi metri. Sembravano dotati di pattini. Poi si sono fermati, si sono accovacciati come per nuotare, poi si sono rialzati delusi e si muovevano con passi goffi e incertissimi. Esilarante!

Oggi ho parlato con il proprietario (tedesco) dell'alimentari italiano dove di solito compriamo il prosciutto e anche lui è stato testimone dell'evento del '62. Dice che c'era addirittura un ambulante che distribuiva panini con Würste in mezzo alla superficie ghiacciata.

Eugenio,
infatti stiamo proprio soffrendo!

Sebastiano ha detto...

Beh, che invidia! Anche a me avevano parlato della famosa gelata del 62. E ora tu potrai parlare dell'evento del '9!! Ripeto, che invidia! Qui da alcuni giorni fa più caldo ma per venire quassù all'osservatorio la strada è ancora ghiacciata e salire in auto è difficile. Ciao!

dioniso ha detto...

Ciao Sebastiano!!

Ora la temperatura è un po' risalita, ma è sempre sottozero.
In compenso ha ripreso a nevicare e sta ricoprendo di nuovo le strade.
Saluti

ziomassimo ha detto...

Anche io avrei molta difficoltà a vivere nel freddo. Non sopporto neanche i 9/10° di questi giorni a Roma, sono proprio di animo "terrone"...

dioniso ha detto...

ciao ziomassimo,

io in realtà sono un po' combattuto tra il mio vecchio animo di bambino, che serba una grande curiosità per i rari eventi meteorologici (soprattutto quelli invernali: neve, ghiaccio, ecc.), ed il nuovo animo che purtroppo da tre anni ormai mi fa soffrire molto il freddo.

Saluti!

dioniso ha detto...

Comunque il fatto di assistere ad un evento a cui non avevo mai assistito nella mia vita, e cioè un fume che si ghiaccia, mi ha sorpreso, eccitato e divertito molto.

Sebastiano ha detto...

Vince sempre il bambino!

dioniso ha detto...

Ma sì! Facciamo esprimere il fanciullino che è i noi!!

.... anche se a volte fa un po' innervosire il vecchio che è in me... ;-)