martedì, dicembre 06, 2011

Mario Monti: autarchia natalizia?

Mario Monti invita a comprare prodotti italiani per le spese natalizie:

"Quando si acquista un bene o un manufatto prodotto in Italia non solo si sceglie la qualità delle esperienze e delle conoscenze del nostro Paese, ma si contribuisce a tenere in vita aziende e sostenere posti di lavoro sul nostro territorio".
Sarà autarchia superata e sciovinista? Non servirà a nulla?
Boh! A me di pancia mi viene da sostenere questa iniziativa ed estenderla anche alla più italiana Befana.

Concludo con un paio di interessanti citazioni dalla rassegna stampa di oggi di Francesca Sforza:

" Non sono stati colpiti tutti quelli che dovevano essere colpiti, ma sono stati colpiti tutti quelli che potevano essere colpiti."

"Quello che stiamo pagando non è la finanziaria di Monti, ma le mancate finanziarie degli anni passati."
A cui io aggiungerei la mancata ICI tolta per scopi puramente populisti ed elettorali che ha fortemente contribuito a portarci sull'orlo del tracollo.

8 commenti:

Moky ha detto...

Guarda Dioniso: da noi il "buy American" esiste da anni e secondo me funzionerebbe di piu' se non avessimo la concorrenza fortissima dei prodotti made in china. Non da sottovalutare il valore psicologico aggiunto di sentirsi in qualche modo parte della soluzione. Poi comunque e' vero che i prodotti italiani, soprattutto quelli artigianali, sono fatti bene!

dioniso ha detto...

Ciao Moky, devo ammettere che in condizioni di normalità non amo molto tali campagne. Ma in questo caso la situazione è piuttosto drammatica.

Moky ha detto...

Mi sa che e' drammatica dapertutto, Dioniso!! Qui e' anche iniziata la campagna "buy local", creata per aiutare i business "piccoli", locali... i grossi conglomerati qui hanno soffocato l'imprenditoria piccola...

dioniso ha detto...

Sì, in generale, l'acquisto da piccoli produttori locali cerco di farlo pure io. E in generale mi sembra sia una pratica da incoraggiare in ogni caso.

titti ha detto...

La concorrenza cinese è massiccia qui in Italia e quello che invoglia ad acquistare prodotti cinesi sono i prezzi stracciatissimi (un paio di jeans=8 euro, un abito da donna=12 euro, ecc.).
Ma io non cedo e acquisto local, sempre e ovunque.
Ce la faremo??

dioniso ha detto...

gl'aa famo? Boh!

Moky ha detto...

Hanno appena fatto un servizio su CNN dove hanno parlato dell'importanza, quando si compra ad esempio giocattoli, di stare dal "made in china" per via dei problemi di sicurezza e tossicita' dei materiali... una ragione in piu' per comprare locale...

Oh, ma se uno vive in CIna, che fa???

dioniso ha detto...

Sì, la questione sicurezza e tossicità l'ho sentita anch'io.

In Cina forse non comprano locale :-)