venerdì, giugno 15, 2012

Il nuovo regalo di Zucchero

Due anni e mezzo fa Zucchero mi regalò qualcosa che abbatté una mia remota fobia e disvelò appieno una mia semi-repressa passione. Se non avessi ricevuto quel regalo non credo che ci sarebbe mai stato un concerto dei Dissonanti al KulturFestival Italia di maggio.

Ed è stato proprio in occasione di quel concerto di musica popolare che la zuccherosa consorte ha confabulato con l'amico Alvaro, organettista e organizzatore dei Dissonanti, per procurarsi il regalo anticipato per il mio compleanno.
 
"L'organetto mi ha sempre affascinato. Mi sarebbe piaciuto imparare a suonarlo, ma ormai ho poco tempo e già troppi impegni da seguire..." - avevo detto durante le giornate del concerto.
Credo che tutto sia scaturito da questa frase. Ad ogni modo, durante la prima tappa famigliare del nostro recente viaggio in Italia una sera ho visto Alvaro arrivare per consegnarmi la nera custodia contenente il mio (primo) organetto Della Noce. Non sapevo neppure tenerlo tra le mani. Ora, dopo qualche chiacchierata, una breve lezione, e un po' di esercizi riesco a strimpellare la prima parte di questa ballarella. Di solito faccio molti errori, ma una volta ogni tanto mi capita di suonare tutta la prima parte senza fermarmi. Chissà se si svilupperà una nuova vera passione? E chissà se i vicini apprezzerano? E soprattutto se la povera Zucchero non si pentirà?

4 commenti:

ziomassimo ha detto...

bellissimo regalo, complimenti a Zucchero per l'idea e auguri a te, per il compleanno (ma tanto te li farò di persona a suo tempo) e soprattutto per la pratica di questo affascinante ed antico strumento.

dioniso ha detto...

Grazie, grazie!
Ma sai che non è poi così antico? Anch'io credevo lo fosse. Guarda qua

Moky ha detto...

Scusa la mia ignoranza, ma non e' lo stesso ( o simile) strumento che io chiamo fisarmonica?
E' molto bello... e imparare a suonare uno strumento da sempre soddisfazione!! Ebbravo!!

dioniso ha detto...

Moky! Che devono sentire le mie orecchie di organettofilo!!! :-)

Scherzi a parte, organetto (chiamato anche Fisarmonica diatonica in ambienti colti) e fisarmonica sono simili ma anche molto diversi. Le tecniche di esecuzione sono molto diverse. Come puoi osservare dalle foto la tastiera della fisarmonica è simile a quella del pianoforte, con tasti bianchi e neri, quella dell'organetto no: per semplificare è come una tastiera di pianoforte senza tasti neri. Per questo sia chiama diatonico.
Comunque qui parliamo in particolare di organetto abruzzese.
Guarda pure la pagina americana: http://en.wikipedia.org/wiki/Organetto