giovedì, giugno 07, 2007

Philosophenweg

Oggi qui è festa: Corpus Domini, e Zucchero e io siamo andati a fare una lunga passeggiata di due ore circa lungo il sentiero dei filosofi. La parte iniziale di questo sentiero è uno dei posti più battuti dai turisti, e bisogna riconoscere che offre dei begli scorci sul castello e sulla città vecchia.
Da tempo sostengo che in fatto di scempi architettonici mi sembra che i tedeschi non possano permettersi di criticare altri paesi. Basta fare un giro per una qualsiasi città tedesca. Qualcuno potrà dire: ma la guerra ha distrutto i centri storici delle loro città. È questo è vero. Il centro di Heidelberg però non è stato bombardato eppure gli scempi ci sono. Uno che ho notato oggi è il Marstall: un edificio del '500 che viene oggi usato come mensa universitaria. Guardate che mostro hanno costruito all'interno del cortile. (Dalla foto si scorgono anche i castagni in fiore.) Ad aggravare la situazione il fatto che l'edificio sia stato costruito da un ente pubblico. Altri esempi si trovano facilmente nel nostro quartiere: Neuenheim. Un quartiere costruito tra fine '800 e inizi del '900. Le facciate originali sono tutte in Jugendstil. Quelle rifatte sono bianche, lisce in vetro e cemento
In un brevissimo tratto del sentiero abbiamo trovati questi bellissimi fiori selvatici. Qualcuno sa di che fiori si tratta? Qui ci sono delle altre foto: 1, 2. Inizialmente ho pensato ai mughetti, ma Zucchero mi ha detto che i mughetti sono diversi ed effettivamente è vero.
Al ritorno abbiamo pranzato con un'ottima insalata di orzo con tonno, olive e capperi. Dopodiché sono andato alla prova per i concerti del 15, 21 e 22 luglio.
Programma:

Mussorgsky: "Una notte sul Monte Calvo"
Dvorak: Concerto per violino
Schumann: Quarta Sinfonia

Siete tutti invitati!

Domenica invece mi dovrò svegliare presto per andare a suonare al Gottesdienst. Con il nostro direttore d'orchestra che mi accompagnerà al pianoforte suonerò con il trombone dei pezzi scritti per violoncello e pianoforte:

Daniel Purcell: Sarabande
Mozart: Tema dalla sonata per pianoforte il la maggiore KV 331
Francoeur: Largo

11 commenti:

ubik ha detto...

Caro Dioniso,
non potevi riconoscere i fiori per il semplice motivo che vengono dal pianeta HYX119Z della costellazione Frol che si trova a 15 milioni di anni luce (distanza che voi umani non potete concepire). Durante il mio atterraggio di fortuna che mi ha costretto a rimanere su questo pianeta ho perso dei semi che hanno dato i loro frutti in quel di Heidelberg. Bene.

In Bocca Al Lupo per i concerti o preferisci il mitico: in culo alla balena?

Per quanto riguarda il famoso sentiero dei filosofi: ti ricordi che della compagnia che venne a trovarvi un capodanno fui l'unico a non poter venire per insopportabile dolore alla gamba? Dovrò recuperare quella parte della visita :-)

dioniso ha detto...

Capisco, non era allora una mia carenza in cultura floreale.... Queste foto mi hanno riportato alla mente la domanda che c'era sui test alla visita militare: ti piacerebbe fare il fioraio? Si vociferava che la risposta affermativa avrebbe fatto dedurre l'omosessualità del soggetto.

Mi puoi dire pure auguri! Non sono scaramantico.

Bravo! Quindi organizzatevi per tornare.

Grazie a Eugenio, finalmente ieri siamo riusciti a vedere sta benedetta puntata di AnnoZero sui preti pedofili... e sinceramente non mi è sembrato che Fisichella ad abbia fatto la parte del leone, sbragliando il campo. Era freddo e sicuro di se e forse questo contribuiva a dare l'impressione che ne sapesse sempre più dell'interlocutore; ma avete notato come era bravo a eludere le domande e rispondere con altre cose? Non ha risposto una singola volta alla domanda sui vescovi che coprivano i presti.

Sebastiano ha detto...

"-E' vero che voi preti rispondete sempre alle domande con altre domande?
- E a lei chi glielo ha detto?"

Stregazelda ha detto...

dioniso,
dunque suoni il trombone! Che bello! Adoro gli strumenti musicali, e adoro la musica...il mio compagno suona il sax, e a dire il vero io e la piccola ginevra (nostra figlia) le rare volte in cui prova a suonare in casa lo chiudiamo nella stanza perché il suono è troppo forte...però ci piace moltissimo! Come al solito anche oggi mi hai fatto venire l'acquolina in bocca con la ricetta dell'insalata di farro...d'estate a me piace un'insalata che faccio abbastanza spesso di couscous, pomodorini, mozzarella e basilico. E' semplicissima da fare, basta mettere insieme tutti questi ingredienti, aggiungere olio e sale, e magari tenere un pochino in frigo. E' molto gustosa! Ora voglio però provare anche la tua, creod l'aprezzerò nonostante non sia una emigrante.

dioniso ha detto...

Sebastiano,
non ha fatto anche a te questa impressione Fisichella?

Stregazelda,
sì sono un trombonista da quando avevo 13 anni. Qui puoi trovare i miei racconti relativi al trombone.
Sassofono tenore?
Ah avete una bimba?! Di che età?
Il couscous lo usavamo, è da un po' però che non lo usiamo più. Magari la tua ricetta può essere un'occasione per reinserirlo nel ricettario familiare. Zucchero ha un collega libico che le ha dato dei consigli su come cuocerlo. Dice che quello italiano è molto buono e loro usano quello, ma per cuocerlo non seguono le indicazioni sulla scatola. Credo che lo cuociano al vapore.
Ora pare che la moglie del collega libico di Zucchero si stia preparando per cucinarci le Falafel, facendoci partecipare alla preparazione. Non vedo l'ora! In cambio vuole partecipare alla preparazione della pizza di Zucchero.
Un saluto alla piccola Ginevra.

Eugenio ha detto...

@ubik e dioniso: Ma allora quella di ubik di dare sole è proprio una tecnica scientificamente provata... Prima non va a vedere con gli altri la partita, poi non va a capodanno al sentiero dei filosofi... dioniso, guarda che ubik ce marcia.
@Stregazelda: quando prepari questi piatti freddi, fanne in abbondanza e sappi che il giorno dopo a pranzo io sarò della partita.
ciao a tutti

dioniso ha detto...

Sì, ubik è affetto da solite cronica ;-)

ubik ha detto...

So' guarito dda tempo....

dioniso ha detto...

A volte si può guarire pure dalle malattie croniche ;-)

Stregazelda ha detto...

dioniso,
rispondo in ritardo alle tue domande: la mia bimba ha nove anni ed è la cosa più bella che abbia fatto in vita mia...I falafel li ADORO!!! però non ho mai avuto il coraggio di cucinarli, mi limito a mangiarli ovunque mi si presenti l'occasione...

dioniso ha detto...

Bè, penso che a breve pubblicherò la ricetta. Così se vorrai potrai provarle.