giovedì, novembre 09, 2006

Bosco nordamericano

In questo periodo qui nella Carolina del Nord c'è un tempo molto variabile. Nei primi giorni trascorsi qui la temperatura scendeva anche sotto lo zero e il cielo era sereno. Poi c'è stato un giorno intero di pioggia. Poi variabile e oggi infine il cielo era sereno e c'erano più di 20°. Approfittando di questa bella giornata ho corso per un'ora nel campus della mia azienda.
Considerando che mi trovo alle latitudini dell'Egitto, né il clima né i boschi sono come uno si aspeterebbe.
L'albero predominante è la quercia, seguono il pino marittimo, l'acero e qualche raro faggio. I colori autunnali sono molto vari: verde, giallo, rosso, marrone con tutte le loro tonalità. Mi ricordano un po' le foreste teutoniche. Questi boschi sono inoltre piuttosto fitti ed estesi. Credo che insieme alle piantagioni di cotone ricoprano una bella fetta della superficie della zona.
Ovviamen-te non potevano mancare gli scoiattoli. Lungo alcuni tratti ce n'erano a decine e alcuni non sembravano spaventati dalla mia presenza. A differenza di quelli di Triberg, non sono neri, ma grigi nella parte superiore e bianchi in quella inferiore. Controllando su Wikipedia ho scoperto che si tratta di una specie locale: lo sciurus carolinensis

6 commenti:

ubik ha detto...

Sono i classici Cip e Ciop.
Dalle foto sembrano molto belli questi boschi.
Saro' influenzato dadecinedi film americani, ma volevo chiederti se cis ono delle segherie immerse tra gli alberi: sai quelle dove il cattivo di turno ti lega e fa andare la sega circolare?
Non per essere macabro...
Baci

ubik ha detto...

come al solito dimentico qualcosa:
ti volevo segnalare questo sito
http://www.cooker.net/

dioniso ha detto...

Mortà! Io non ne ho viste, ma per raggiungere quelle di solito ti devi inoltrare e perdere nel bosco per ore e ore. In realtà, ad un certo punto ho trovato la strada sbarrata da una staccionata e oltre lo sbarramento c'erano due villette.... chissà. Poi ho attraversato un laghetto melmoso dove ho visto delle anatre che volavano nella classica formazione a cuneo e un grosso airone fermo a qualche metro da me. Ma gli aironi appartengono alla stessa famiglia delle cicogna? :-)
Interessante il sito. Lo visiti spesso? Ci prendi delle ricette? Quali sono le sezioni più interessanti?
Ieri sono stato di nuovo in un ristorante degno di nota. Nei giorni precedenti invece non ho mangiato molto bene. Qui in albergo ho preso un piatto di gamberi che erano disposti su un miscuglio di creme, formaggi e broccoli che solo i crucchi potrebbero eguagliare, ed era pure caro. Un collega italiano invece mi ha portato in città in un ristorante che costava la metà, ma anche quello non era niente di speciale. A proposito, ho notato che qui spesso aggiungono lo zucchero ai cibi: soprattutto ai fagioli e alle patate dolci. Per queste ultime il risultato è a volte immangiabilmente dolce. Il ristorante di ieri invece era piuttosto raffinato ma anche un po' caro ovviamente. Era orientato verso la cucina cinese. Ho mangiato un trancio di merluzzo con zenzero, una sorta di cavolo cinese e riso: era squisito.

dioniso ha detto...

Dimenticavo, il ristorante buono era a Chapel hill.
Una cittadina universitaria in cui si vedevano addirittura molte persone camminare per la strada. Cosa piuttostro rara qui, visto che tutti si spostano con le loro gigantesche automobili che consumano l'ira di dio.

melusina76 ha detto...

Bellissimo! Non sai quanto ti invidio questo viaggio! Da un po' che desidero visitare le foreste del Nord America... sai cmq che quegli scoiattoli lì li ho visti anche ad Amburgo in pieno centro? In un parco chiamato Planten und Blumen ovviamente...

dioniso ha detto...

A sì?! Magari li hanno importati da qui :-)