lunedì, marzo 21, 2011

Diario di un digiuno: un'esperienza mistica?

Ieri sera alle 21 ho consumato quello che dovrebbe essere il mio ultimo pasto fino a domani a pranzo. È la prima volta nella mia vita che mi trovo ad affrontare un digiuno così lungo. Alla fine saranno circa 40 ore. Perché lo faccio? Bè, senza scendere troppo nei dettagli, diciamo che lo faccio sia come esperienza mistica che per allenarmi per futuri impegni sociali come scioperi della fame et similia.

21 Marzo
7:30 - Risveglio. Peso: 62,5. Invece della solita colazione con caffè, latte, müsli, pane e marmellate varie, prendo solo una tazzina colma di caffè zuccherato.
8:30 - Per distrarmi mi tengo impegnato con la gestione della posta elettronica e scritture varie.
9:30 - Riesco ancora a tenere sotto controllo il mio stomaco ingannandolo con molta acqua e con la prima tazza di orzo bimbo.
11:00 (14a ora) - La spesa in bicicletta va bene. Le gambe reggono ancora ma la fame comincia a farsi sentire.
11:30 - Continuo a bere: acqua, succhi e mezzo litro di pozione.
12:30 - So che solitamente l'attività fisica spegne il mio appetito. Per questo motivo provo. Sto attento a non superare troppo spesso i 120 battiti al minuto. Vado avanti senza problemi. Dopo 40 minuti mi fermo per non rischiare. Dopo altri 15 minuti la mia pressione sanguigna è a 117-70 e il polso a 76. Continuo a bere: ora soprattutto succhi.
14:00 (17a ora) - Seconda tazza di orzo bimbo e mezzo litro di pozione. Mi sdraio sul letto. Pressione 116-68. Polso 64.
16:00 - Breve passeggiata sul lungo Neckar popolato da centinaia di neodiplomati che celebrano il sospirato Abitur bevendo, cantando ed urlando. Il cielo è tersissmo. Prendo un doppio espresso da Steiner zuccherandolo con il loro ottimo zucchero grezzo. Tornato a casa bevo mezzo litro di pozione. Pressione 107-67. Polso 58.
19:00 (22a ora) - A parte un po' di fame non sto esperendo alcuna sensazione troppo particolare. Né in negativo né in positivo. Ho smesso con i succhi e sono partito con il Masala chai (bevanda conosciuta attraverso la mia amica sikh) dolcificato con il miele. Sono alla terza tazza d'orzo. Pressione 109-70. Polso 52.
22:00 (25a ora) - Altra tazza di Masala chai. Pressione 107-68. Polso 53.   

22 Marzo
7:30 (35a ora) - Risveglio. Peso: 61,1. Pressione 109-70. Polso 56.
11:30 (39a ora) - Pressione 105-63. Polso 54. Tra dieci minuti riprendo a mangiare: caffè, latte, müsli, pane e marmellate varie.

Conclusione
L'esperienza non mi ha suscitato sensazioni particolari: né visioni misitche, né insolite sensazioni fisiche o spirituali. Magari bisogna provenire da altre aree culturali o spirituali per poter percepire qualcosa.

25 commenti:

Brunhilde ha detto...

Oh mamma.. 62 kg è il mio peso forma.
E nonostante i miei tentativi non riesco a scendere nemmeno di un etto. Drammi bovini che voi uomini non potete nemmeno immaginare.
Viel Erfolg!
(ich beneide Dich)

paopasc ha detto...

statte accuorte! I digiuni non sono una gran cosa.

dioniso ha detto...

Ciao Brunhilde,
"drammi bovini" :-)
Provato con lo sport? Un po' difficile nella tua situazione attuale immagino.
Grazie comunque.

Ciao paopasc,
vedremo... Per ora sto sorseggiando il mio orzo bollente zuccherato. Tra un po' andrò a comprarmi qualche succo di frutta.

dioniso ha detto...

...paopasc, hai esperienze personali in merito?

ziomassimo ha detto...

Anche io ogni tanto faccio di queste esperienze.

... "pozione"???

dioniso ha detto...

Pozione magica. A bbomba! ;-)

paopasc ha detto...

No, non di digiuno. Ho solo provato, tanti anni fa, la famosa ricarica dei carboidrati, uno o due giorni solo a proteine e grassi senza quasi carboidrati. Quando ero giovane e stupido...il digiuno, per me, fa male, però almeno ingerisci liquidi che non siano solo acqua. Il corpo rallenta il metabolismo e intacca la quota proteica della massa magra.
Abbiamo sempre bisogno di aminoacidi per il turnover proteico. Se hai qualche problema fisico non farlo...

dioniso ha detto...

Diciamo che è stata solo parzialmente una mia libera scelta.
Comunque ho fatto un calcolo approssimativo e con tutti i succhi che ho ingerito credo di aver assunto intorno alle 700 calorie. Assunzione totalmente squilibrata, visto che si trattava quasi solo di zuccheri.

Ah, anche tu hai provato l'eliminazione dei carboidrati? Diversi amici e conoscenti l'hanno provata o la stanno provando. Ho l'impressione che si tratti di una moda del momento. Sai quali sono le motivazioni nutrizionali che stanno dietro a questa dieta?
Non penso la proverò mai...

paopasc ha detto...

Non è una moda (almeno...). Dovrebbe servire a fare un pieno di carboidrati: è la cosiddetta supercompensazione. L'organismo, dopo aver esaurito tutte (o quasi) le scorte di glicogeno (dopo dieta priva di carboidrati), tende a ricostituirle in forma leggermente superiore a come erano prima.

dioniso ha detto...

Ho capito. Mi sfugge però quale sarebbe lo scopo finale della supercompensazione. E mi chiedo pure: una dieta equilibrata con carboidrati, grassi e proteine non è comunque preferibile?

paopasc ha detto...

Aumentare il deposito di glicogeno, sia quello muscolare che epatico. Più glicogeno più energia da bruciare.Aumentano le prestazioni, soprattutto in competizioni aerobiche o endurance. Il principio della supercompensazione sfrutta quello presente in un allenamento aerobico o anaerobico lattacido o nell'accrescimento muscolare (ipertrofia). A uno stress l'organismo reagisce producendo una risposta superiore allo stress. Quella è la supercompensazione. E' grazie a quella che si ottiene l'ipertrofia muscolare o l'adattamento aerobico (insieme ad altri fattori). Una dieta equilibrata è sempre preferibile. Si parla di metodiche pre-gara, di breve durata.

dioniso ha detto...

Ach so! Tanto per esprimermi nell'idioma locale :-)

dioniso ha detto...

Però, un mio collega e anche altre persone che conosco (soprattutto sportivi ultraquarantenni) stanno adottando la dieta priva di carboidrati come regime alimentare permanente. A parte le considerazioni sulla privazione di un piacere, dal punto di vista nutrizionale non può essere dannoso?

Stregazelda ha detto...

oddio dioniso, ne ho fatte tante di diete in vita mia e concordo con il commento di Brunhilde sui drammi bovini (che voi uomini non potete minimamente comprendere, sottoscrivo!). Il digiuno invece non l'ho mai provato, non mi sento proprio strutturata per farlo ;-) Un abbraccio

dioniso ha detto...

Ciao Stregazelda, che piacere risentirti!
Neppure io l'avevo mai provato. E anch'io non pensavo di essere molto "strutturato" per farlo. Già ritardare una colazione mi rende nervoso e aggressivo. Infatti Zucchero nel giorno del mio digiuno è tornata molto tardi dal lavoro. Non so se si trattava di una coincidenza :-)

Abbracci

Stregazelda ha detto...

Non mi parlare di saltare la colazione! L'ultima dieta che ho fatto a febbraio lo prevedeva, è stato un mese difficilissimo, passavo delle mattine infernali e arrivavo a pranzo che avrei potuto uccidere se mi avessero impedito di mangiare. E infatti stavano per cacciarmi da casa!! Mi sa che non era una coincidenza il ritardo di Zucchero...A presto, ora cerco di tornare a scrivere sul mio blog ;-)

dioniso ha detto...

Scusa Stregazelda, ora io non vorrei sembrare polemico. Però mi chiedo: ma che diete fai? :-)
Ho sempre sentito dire da tutti i nutrizionisti che la colazione si deve fare e deve essere pure ricca. Per diversi motivi che cito a memoria (potrei sbagliare): le calorie assunte poco dopo il risveglio mattutino si bruciano molto rapidamente, e pare sia provato che chi salta la colazione tende a ingrassare di più.

Re: Zucchero, infatti, è il mio sospetto. :-)

Sì, dai, torna a scrivere!

Moky ha detto...

L'assenza di esaltazione mistica, estasi o connessione con il "divino" e' dovuta, secondo me, alle motivazioni vere che ti hanno spinto al digiuno... e al luogo, forse... avessi digiunato qui nel deserto, avresti iniziato sicuramente a parlare lingue defunte fluentemente!!

Per quanto riguarda l'eliminazione dei carboidrati, penso al Dr. Atkins e alle cardiopatie multiple con cui si era trovato a vivere grazie al suo regime dietetico matto...
Non so se vi riferite a questo tipo di dieta, ma il fatto che sia accettabile mandare il corpo in stato di chetosi mi sembra assurdo... :)

dioniso ha detto...

Ipotesi molto probabile Moky. La prossima volta mi sposterò dalle tue parti.

Il Dr. Atkins non lo conoscevo. Grazie per la segnalazione. Corro a leggere le sue prodezze.

dioniso ha detto...

Ho trovato questo articolo Critique of Low-Carbohydrate Ketogenic Weight Reduction Regimens. Interessante!

Moky ha detto...

Ottimo. Da quando sono vegan e vivo da queste parti, dove sono considerata un'esperta (immaginati) in nutrizione, ho letto parecchio sull'argomento.

Di solito chi segue una dieta ad alto contenuto proteico animale, quando arriva ai 45 anni comincia a sentire gli effetti di questa dieta. Poi a 50 comincia a nutrirsi di Lipitor, Plavix etc.
Ed e' in discesa da li' in poi....
:)
By the way, I totally like this exchange of intellectual stimuli!!
You get whatever math brain I have left going, I get you to read about nutrition.. how about that??!!

dioniso ha detto...

Sì, bello lo scambio Moky. Grazie! :-)

Nell'articolo, che ho letto ieri sera vengono messi in evidenza diversi effetti indesiderabili.
Oggi però mi sono accorto che l'articolo è molto vecchio: 1973. Ho pensato quindi di dare uno sguardo ad articoli più recenti. Ne ho trovati diversi con risultati a volte contrastanti.
Ad esempio:

Ketogenic low-carbohydrate diets have no metabolic advantage over nonketogenic low-carbohydrate diets (May 2006)
Conclusions:KLC and NLC diets were equally effective in reducing body weight and insulin resistance, but the KLC diet was associated with several adverse metabolic and emotional effects. The use of ketogenic diets for weight loss is not warranted.

A Low-Carbohydrate, Ketogenic Diet versus a Low-Fat Diet To Treat Obesity and Hyperlipidemia (May 2004)
Conclusions: Compared with a low-fat diet, a low-carbohydrate diet program had better participant retention and greater weight loss. During active weight loss, serum triglyceride levels decreased more and high-density lipoprotein cholesterol level increased more with the low-carbohydrate diet than with the low-fat diet.

The effect of a low-carbohydrate, ketogenic diet versus a low-glycemic index diet on glycemic control in type 2 diabetes mellitus (2008)
Conclusion
Dietary modification led to improvements in glycemic control and medication reduction/elimination in motivated volunteers with type 2 diabetes. The diet lower in carbohydrate led to greater improvements in glycemic control, and more frequent medication reduction/elimination than the low glycemic index diet. Lifestyle modification using low carbohydrate interventions is effective for improving and reversing type 2 diabetes.

Schizophrenia, gluten, and low-carbohydrate, ketogenic diets: a case report and review of the literature (2009)
Conclusion
While more research is needed to confirm the association between gluten intake and schizophrenia and whether dietary change can ameliorate schizophrenic symptoms, health care providers could consider screening patients with schizophrenia for celiac disease and/or augment the medical regimen with a gluten-free or low-carbohydrate, ketogenic diet.

Weight Loss with a Low-Carbohydrate, Mediterranean, or Low-Fat Diet (2009)
Conclusion
Mediterranean and low-carbohydrate diets may be effective alternatives to low-fat diets. The more favorable effects on lipids (with the low-carbohydrate diet) and on glycemic control (with the Mediterranean diet) suggest that personal preferences and metabolic considerations might inform individualized tailoring of dietary interventions.

E poi c'è la pagina di wikipedia (Low-carbohydrate diet) che sembra essere abbastanza favorevole. La cosa interessante è che la pagina tedesca (Low-Carb) tende invece ad un maggiore approccio critico.

Mi sono fatta l'idea che gli studi siano stati effettuati considerando principalmente dati ed abitudini alimentari nordamericani e che non necessariamente i risultati sarebbero gli stessi in altri ambiti.

dioniso ha detto...

Visto che l'argomento si stava facendo interessante gli ho dedicato uno spazio indipendente: La dieta Atkins a basso tenore di carboidrati ovvero dell'eliminazione della pasta

Iaia ha detto...

Ciao Dioniso io sto iniziando un digiuno di una settimana. Ti lascio qui il link del mio blog così potrai commentare se vuoi :) http://diariodiundigiunod.blogspot.com/

dioniso ha detto...

Ciao Iaia, ho dato uno sguardo al tuo blog. Guarda che ci sono metodi più efficaci per dimagrire. Il digiuno è sconsiglilato da tutti i nutrizionisti. Prima di tutto perché si perde solo la massa muscolare, ma il grasso rimane, quindi ci si indbolisce e poi comunque il peso si recupera molto velocemente. E poi perché è molto dannoso per la salute.