mercoledì, marzo 16, 2011

Il presidente fisico nucleare risolve il problema delle scorie radioattive


Il nostro presidente del consiglio, stavolta nella sua veste di biologo nonché fisico nucleare, risolve il problema delle scorie radioattive: ci concimeremo i campi!
Nessuno dei cervelli italiani o fuggiti all'estero era stato finora in grado di elaborare la geniale intuizione: visto che l'energia nucleare viene prodotta dalla scomposizione delle cellule, le scorie possono finire tranquillamente tra i rifiuti biologici.


E poi, in ogni caso, la Prestigiacomo ci rassicura che le nostre centrali saranno molto più moderne e sicure rispetto a quelle giapponesi.

5 commenti:

Brunhilde ha detto...

Sì, certo, come no! La garanzia sta nel fatto che le costruiranno gli amici della Premiata Cricca, magari con la supervisione della Protezione Civile. E saranno così sicure che le piazzeranno tutte nei loro collegi elettorali di riferimento!

paopasc ha detto...

Sarà un biofisico nucleare, che te devo di'? Non è meglio masticarne qualcosa, anche di elementare, prima di dar sempre comunque ogni volta la colpa alla sinistra? E gli sfondoni? anche quelli sono colpa della sinistra?
Un'osservazione: ci concimi i suoi campi, però.

dioniso ha detto...

Ciao Brunhilde,
se dovessero superare il referendum, cosa assai probabile visto che oramai a votare per i referendum siamo rimasti quattro gatti, penso che lo scoglio duro sarà proprio vedersela con popolazioni e amministrazioni locali.

Ciao paopasc,
e certo. È la sinistra a non capir nulla di biofisica nucleare.

Moky ha detto...

MAVAFFAN...

Io sta storia dell'energia "pulita" la capisco poco.. chiediamo quanto siano "pulite" le scorie radiottive ai Giapponesi!!
Che ignorante!

dioniso ha detto...

:-)