giovedì, marzo 10, 2011

Corso di cucina per la costruzione dei rapporti all'interno del mio gruppo

Mai sentito parlare dell'attività di "costruzione del gruppo"? Ma sì, dai! Magari la conoscete mascherata sotto altre vesti linguistiche.

Da qualche giorno sono molto impegnato con tutte le incombenze necessarie per l'organizzazione di una riunione di due giorni del mio gruppo. Avevo insistito molto per ottenere il finanziamento per questa attività secondo me importantissima per un gruppo come il mio: 19 persone sparse in 8 diversi paesi europei: un gruppo virtuale. Si lavora a centinaia o migliaia di chilometri di distanza. Sarà pur necessario almeno una volta incontrarsi tutti quanti in uno stesso luogo fisico, no!

Una volta ottenuto l'agognato finanziamento ho dovuto attivare una serie di canali organizzativi.

Per quanto riguarda l'agenda, oltre agli ovvi contenuti tecnici e gestionali volevo trovare anche qualcosa di più ludico. Qualcosa che potesse contribuire a migliorare i rapporti tra i membri del gruppo.
Ne ho parlato anche con Zucchero. Ed ella, tra il serio e il faceto, mi ha detto: perché non mi paghi per venire a fare un corso di cucina?
Il corso di cucina!! Mi è sembrata un'ottima idea. Ho buttato lì la proposta durante la nostra teleconferenza di gruppo ed ho percepito un'immediato entusiasmo nei commenti di risposta.
Mi sono quindi attivato. Ho dapprima visitato il ristorante Lamm nel finesettimana e poi la scuola di cucina di Eppelheim lunedì. I secondi mi sono sembrati più adeguati per l'organizzazione di un evento del genere. Sia dal punto di vista dell'esperienza che da dal punto di vista logistico.

Qui a sinistra la foto del luogo dove dovremmo cucinare e poi degustare i nostri manicaretti.




Qui un particolare della cucina.

Ci divideremo in quattro gruppi: uno per ogni portata. Penso che io mi arruolerò nel gruppo del dolce: il mio punto debole da tutti i punti di vista; ma poi mi alternerò tra i vari gruppi.
Ho anche considerato se fosse il caso di inserire una piccola competizione simbolica per rendere l'attività più divertente. Ma forse non è una buona idea.... almeno secondo Zucchero.
Comunque da qui a maggio ci sarà spero il tempo per organizzare meglio il tutto.
Vedremo come andrà. Se va bene magari la prossima volta mi spingo oltre e provo a proporre Taranta e Tammuriata come attività di costruzione del gruppo.

11 commenti:

ziomassimo ha detto...

Personalmente la trovo una bellissima cosa, oltre che un'idea geniale.
Tuttavia questo é uno di quei momenti nei quali la distanza (e non parlo solo di kilometri) tra i nostri rispettivi contesti socio-professionali mi sembra abissale.

In bocca al lupo (anche per la Taranta), tienici aggiornati.

PS a mio modesto parere, l'idea della gara tra i sottogruppi é positiva.

paopasc ha detto...

Ne parla anche Gerd Gigerenzer in un suo libro...dico delle tecniche per fare gruppo. Ma il tuo non sarà mica ...nepotismen?

dioniso ha detto...

ziomassimo, perché abissale? Dici metto pure la gara eh?

Paopasc,
questo?
http://en.wikipedia.org/wiki/Gerd_Gigerenzer
Sai che esiste veramente: Nepotismus... o Vetternwirtschaft

ziomassimo ha detto...

Perché qui in Italia, in generale e nel mio contesto lavorativo, in particolare, certe cose sono... da film americano!
Di solito non si guarda più in là del proprio naso, altro che corso di cucina...

ziomassimo ha detto...

Perché qui in Italia, in generale e nel mio contesto lavorativo, in particolare, certe cose sono... da film americano!
Di solito non si guarda più in là del proprio naso, altro che corso di cucina...

dioniso ha detto...

Lo sapevo io! Ora ho la prova definitiva: vivo in un film americano!

paopasc ha detto...

Lui!

gianlu ha detto...

Veramente una bella idea.
Se posso esprimermi liberamente credo che introdurre o meno la gara dipenda da quello che vuoi ottenere.
Seppur simbolica la competizione aiuta a cementare all'interno i gruppi che competono ma non i gruppi fra loro.
Siccome presumo lo scopo finale sia che tutto il gruppo stia creando un pranzo (obiettivo comune) non mi pare il caso metterci dentro una gara.

dioniso ha detto...

Sì, credo che tu abbia ragione.

ubik ha detto...

bellissima iniziativa. Complimenti.
PS: come va con wordpress? Visto il blog di EvaK?

dioniso ha detto...

Grazie ubik!

Come ti dicevo su fb, wordpress è ancora in fase investigativa. Il problema è che per prendere delle decisioni ci si deve riunire in tre. Poi prendi le decisioni, ti vengono dei dubbi e ti devi reincontrare...

Sì, il blog di EvaK, l'ho visto, letto e commentato in pubblico ed in privato :-)